Giulio (Cremona, 1508 c. - 1573) e Antonio Campi (Cremona, 1524 - 1587)

1568/70 - Trofeo con strumenti musicali

Gli strumenti, due viole da braccio e un tamburo, sono dipinti alla sommità della lesena.

La viola da braccio, vista di fronte, ha le tavole sporgenti dalle fasce con sciancrature a C; le ombreggiature fanno capire la bombatura della tavola armonica che ha due fori di risonanza a coltello a due manici. Il ponticello è disegnato sommariamente, come la cordiera. Le corde non sono disegnate. La tastiera è sollevata dalla tavola e il cavigliere a falce terminante con riccio è disegnato parzialmente.

Una seconda Viola da braccio più grande, con il fondo bombato, si vede di schiena e di traverso dietro la precedente. Sotto le due viole sono collocati gli archetti dei due strumenti.

Il tamburo a due pelli con tiranti, di media grandezza, è sostenuto con la testa e un braccio da un angioletto visto di schiena e una delle bachette per suonalo si vede dietro le due viole.

 

  • Cremona, Chiesa di S. Sigismondo, primo pilastro sinistro della navata.
  • 1568/70
  • Dipinto murale
  • Affresco
  • Buono
  • Gianpaolo Gregori
  • Ferrari 1974; Gregori 2000

creato:sabato 11 ottobre 2014
modificato:martedì 7 aprile 2020