Bernadino Campi (Reggio Emilia 1521 - 1591)

1570 - Il Paradiso

Nel dipinto della cupola del tiburio, che raffigura il Paradiso, Dio si affaccia da un oculo centrale attorniato da cherubi, adorato tutt'intorno dai santi, fra i quali nel lato ovest sta seduto il re David che suona la vihuela da mano

Il re biblico, nella figura e nel copricapo simile a quello disegnato dallo stesso autore per il personaggio intagliato nella balaustra dell'organo, è seduto e tiene posato sulle gambe lo strumento di grande formato, con le sciancrature del corpo a "CC", mentre con le dita della mano destra pizzica le 6 corde (qui disegnate semplici ma in realtà doppie) e con la sinistra imposta un accordo sulla tastiera, munita di tasti legati di minugia. Il personaggio alla sinistra del re musicista copre il cavigliere dello strumento, che viene mostrato a forma di falce con testa animale nel disegno preparatorio realizzato nel 1569, conservato nel Gabinetto dei disegni del Museo degli Uffizi di Firenze.

  • Cremona – Chiesa di S. Sigismondo, cupola del tiburio
  • 1570
  • Dipinto murale
  • Affresco
  • Non rilevate
  • Buono
  • Vihuela da mano
  • Gianpaolo Gregori
  • Ferrari 1974; Gregori 2000; Getreau 2004

creato:giovedì 22 marzo 2012
modificato:martedì 7 aprile 2020